Progetto — Reggio Zenitale
161
page-template-default,page,page-id-161,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

La visione zenitale

 

Già durante i nostri studi universitari in Architettura abbiamo spesso sorvolato il territorio grazie alle immagini satellitari disponibili online, imparando ad apprezzarlo e a comprenderlo da una prospettiva sicuramente inusuale quanto affascinante.

 

Quello zenitale è un punto di vista atipico, con una distanza di osservazione tale da sacrificare l’esperienza a scala umana per restituire un disegno più grande. Un distacco che spesso aiuta a comprendere la complessità dei sistemi in cui svolgiamo le nostre attività quotidiane.

 

Con Reggio Zenitale vogliamo documentare la ricchezza e la varietà della nostra terra, senza rinunciare alla tentazione di varcare i confini provinciali o di attraversare lo Stretto. Dal livello del mare ai 1957 metri di Montalto, con una fascia costiera lunga oltre 200 chilometri, sono numerose le sorprese che in questi primi tre mesi di attività abbiamo incontrato e pubblicato.

 

Nonostante la potenza visiva di alcune delle immagini selezionate e l’apparente ordine delle comunità osservate ad una scala così grande, emergono forti le contraddizioni derivate dall’attività umana.

 

Per questo ci auguriamo che — andando oltre l’estetica delle immagini — il nostro progetto contribuisca a formare una coscienza critica costruita attraverso l’esplorazione di luoghi della nostra terra spesso dimenticati e speriamo che Reggio Zenitale fornisca uno stimolo in più ad intraprendere questo percorso.